Telefono: +39 3471328128 Email: dott.tiziana.grasso@gmail.com

Psicodramma a due

Lo psicodramma in terapia individuale

Lo psicodramma per definizione prevede un gruppo. La maggior parte dei terapeuti psicodrammatisti però, si è chiesta come poter lavorare con i pazienti in un contesto individuale, attraverso la metodologia psicodrammatica. Questa domanda, che può sembrare paradossale, ha in realtà avuto molti e variegati sviluppi nel mondo. Si è resa così realistica la possibilità di lavorare in un setting individuale attraverso la metodologia psicodrammatica.

La questione è così interessante che ho deciso di dedicare la mia tesi di Specializzazione in Psicoterapia all’argomento, focalizzandomi sulla relazione tra paziente e terapeuta nello psicodramma a due. Grazie alla tesi, quindi, ho passato in rassegna la letteratura internazionale sull’argomento, ampliando e integrando la mia formazione con il contributo di autori diversi.

Presento qui la sistematizzazione di Giovanni Boria, che definisce questa modalità di lavoro “psicodramma a due”. L’autore riproduce il teatro di psicodramma in miniatura, definendo appunto microspazio questo luogo, dove, in una dimensione quasi onirica, si può rappresentare una scena come nel teatro reale. La peculiarità del suo metodo è illustrata in questo  video.

Nella pratica psicoterapeutica utilizzo, oltre il colloquio clinico, elementi psicodrammatici. Affianco alla metodologia imparata dal mio maestro Giovanni Boria, teorie e tecniche di autori internazionali, come Josè Fonseca, Dalmiro Bustos, Rosa Cukier.

psicodramma a due

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi