Se ti iscrivi è come se prendessi parte ad un diario che si scrive nel tempo: in ogni lettera racconto una storia che ha a che fare con il mio lavoro, ma anche con quello che accade attorno a me. Sono a caccia di collegamenti, tra il mondo che viviamo e quello che succede tra una psicologa e un paziente.

Perché sia un vero diario, ci sono anche delle date: quelle in cui conduco gruppi di psicodramma o laboratori, ed è proprio lì che tante persone hanno scelto di salire a bordo e ricevere la newsletter ogni due settimane.

Se ti vuoi unire ne sarò molto felice, conserverò il tuo indirizzo con cura e se vorrai scendere potrai farlo quando vorrai.